Se cerchi un servizio hosting per il tuo sito Joomla visita il sito www.joomlahost.it
 
Home arrow Agricoltura
Agricoltura

Fortuna che esistono delle persone che a dispetto di questo sistema di consumi, parlano, si confrontano ma soprattutto agiscono per promuovere stili di vita che siano alternativi, semplici e più rispettosi delle persone e dell'ambiente. Sento spesso dire, in questi giorni dell'inizio della crisi economica, che la globalizzazione è come una piena dalla quale non c'è via di scampo.

Ma se questa piena, creata per mano dell'uomo, avviene a discapito del Pianeta stesso, delle sue risorse, allora dovremmo tutti rassegnarci all'idea di autodistruggerci?

Fortuna che esiste un'umanità che si sta diffondendo a macchia di leopardo, silenziosa ma con una grande volontà di opporre resistenza allo stato delle cose. Perchè per queste persone, non esiste che una maniera di essere umani e per questo è bene lottare anche le battaglie più difficili da sostenere. 

Trovate qui alcuni link che vi consiglio di consultare affinché grazie a questi uomini e donne, sia possibile trovare una via d'uscita, scampare alla catastrofe, rallentare la corsa verso il precipizio.

 

Civiltà contadina portale italiano sulla salvaguardia della biodiversità rurale.

 

People and Planet un portale inglese dedicato ai temi della salute degli uomini e del pianeta.  

 

Center for Ecoliteracy un portale americano dedicato all'educazione per un vivere sostenibile.

 

Envirolink un portale di portali di tutto il mondo che trattano le questioni ambientali.

 

Bioneers un portale americano per trovare soluzioni innovative ai problemi ambientali.

 

Friends of the Earth portale inglese per migliorare la vita delle persone a partire dalla salvaguardia ambientale.



Meno cancro per i vegetariani

 Image

Tutti sostengono che mangiare frutta e verdura faccia bene, eppure quali basi scientifiche sostengono questa tesi?

Una lunga ricerca inglese del British Journal of Cancer finalmente fà un pò di chiarezza: dai dati ottenuti i vegetarani si ammalano di tumore del 12% in meno dei carnivori. La percentuale aumenta nel caso delle leucemie. I vegetariani hanno il 45% di probabilità in meno di ammalarsi di leucemie.

La ricerca è stata effettuata su 61.000 persone in 12 anni di studi. Tuttavia la strada da seguire per comprendere quali sono gli ortaggi e i frutti che contrastano il cancro, è ancora lunga.

Nel frattempo il consiglio è di mangiare quanto più frutta e verdura freschi, crudi e provenienti da colture locali.

 

 

 
Prugne della California destinate a scomparire

Image 

Le ricordate le succose prugne della California? Entro fine secolo potrebbero scomparire del tutto ed insieme a queste anche pesche, ciliege e albicocche. Il motivo? Ancora una volta i cambiamenti climatici che ridurrebbero, in California, il numero di gelate annue così necessarie a queste colture.

"A seconda del ritmo di declino delle gelate invernali, le conseguenze per le industrie della frutta e della frutta secca della California potrebbero essere devastanti", ha dichiarato Minghua Zhang, uno degli autori. In quello Stato ci sono attualmente 3 milioni di acri coltivati a frutta, che nel 2007 hanno prodotto un giro d'affari di 7,8 miliardi di dollari.

Leggi tutto...
 
Mercurio nel pesce

 Image

Delle proprietà benefiche del pesce all’interno della dieta mediterranea non ci sono dubbi e se invece scoprissimo che nella maggior parte del pesce che consumiamo è presente, seppur in minima parte, mercurio?

 Secondo il rapporto “Mercurio nei pesci: un’emergenza sanitaria a livello globale” pubblicato dal Gruppo di Lavoro Internazionale Zero Mercury, di cui Legambiente fa parte, il rischio è più alto per le popolazioni il cui consumo di pesce pro capite è elevato e nelle aree dove l’inquinamento ha aumentato il contenuto standard di mercurio in questo alimento. 

Leggi tutto...
 
Biologico e cibo vero
 Image
Il cibo. Ci avete mai pensato? Quando facciamo la spesa acquistiamo del cibo senza quasi conoscere il prodotto. Non ci chiediamo per esempio qual era la qualità della terra dove sono cresciuti il grano e i pomodori della pasta che prepareremo oggi. Non sappiamo nulla delle condizioni di lavoro delle persone impegnate a produrlo, né dei veleni che stiamo introducendo nel nostro organismo, né quelli che infliggeremo al nostro ambiente.  Noi siamo quello che mangiamo un motto talmente dato per scontato da aver perduto il suo significato originario. E questo anche a causa della ricerca scientifica che promuove la selezione di colture che avvantaggiano le tecniche produttive a discapito della qualità del cibo.
Leggi tutto...
 
Contaminazione da OGM: da Gennaio 2009 è allarme

 Image

E' stato chiesto ai consumatori di biologico se nel caso sia ammessa la contaminazione da OGM anche in percentuali minime, avrebbero continuato a consumare i prodotti Bio. Il 60% dei consumatori ha risposto di no. Ecco cosa la Coldiretti, ha rilevato dal sondaggio online promosso sul loro sito, in occasione dell'apertura del SANA.

La preoccupazione deriva dall'applicazione del regolamento CE 834/2007 relativo alla produzione biologica e all’etichettatura dei prodotti biologici che abroga il regolamento (CEE) n. 2092/91 e che ammette la contaminazione con organismi geneticamente modificati (OGM) in percentuale dello 0,9 per cento senza indicazioni in etichetta a partire dal primo gennaio 2009.

Cosa significa? Che da gennaio 2009, chiunque acquisti prodotti BIO, corre il rischio di ritrovarsi, senza saperlo, una percentuale dello 0,9 di contaminazione OGM.

Il mondo del biologico rischia di perdere di credibilità, facendo collassare un settore che negli ultimi anni ha ricevuto un grande impulso -l'Italia è peraltro la prima produttrice di BIO in Europa-.

Che questa sia la risposta europea alla volontà delle multinazionali che premono per introdurre  gli OGM? Convincere i consumatori che gli OGM presi in piccole dosi non fanno male, può essere una strategia per introdurli progressivamente in maniera sempre più massiccia. Inoltre è impossibile fermare la contaminazione OGM.

E questo, ancora una volta, a discapito delle persone.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 Pross. > Fine >>

Articoli correlati