Questa versione di Joomla 1.0.11 viene rilasciata da www.joomlaitalia.com in lingua italiana sia backend che frontend.
 
Home arrow Aria
Aria


Copenhagen: facciamo il punto

Image 

Ecco tutti gli aggiornamenti sull'evento mondiale più importante dalla seconda guerra mondiale a oggi. Greenreport, alcune osservazioni da Eco Alfabeta, Carta, le parole di AAMterranuva

"Si parla del ritorno del movimento dei movimenti, oggi con un obiettivo rinnovato: incrociare stili di vita e lotta politica, movimento di piazza e lobbying istituzionale per spingere ad un cambiamento del sistema economico. Perché il cambiamento climatico, su cui è concentrata l’attenzione di mezzo mondo, è conseguenza di un modello di sviluppo insostenibile."

La campagna Anticipo20 indetta dal Portale italiano dell'Educazione Sostenibile va nella stessa direzione del nostro progetto Ecomapping: invita gli istituti scolastici a partecipare alla sfida per contribuire ad anticipare l'ambizioso obiettivo dell'Unione Europea di ridurre del 20% le emissioni di gas a effetto serra, portare al 20% il risparmio energetico e aumentare al 20% l’utilizzo di fonti rinnovabili entro il 2020riduzione .

 
Obama a Copenaghen

Image 

Obama smentisce le voci che lo davano assente e dichiara che a Copenaghen lui ci sarà, anche se arriverà il 9 dicembre, due giorni dopo l'inizio della Conferenza sul clima e poi dovrà scappare a Stoccolma per ritirare il Nobel per la Pace.

Stupisce la proposta statunitense: un taglio delle emissioni serra, rispetto ai livelli del 2005, del 17 per cento entro il 2020, del 30 per cento entro il 2025 e del 42 per cento entro il 2030.

Secondo Repubblica che si è fatta i calcoli " I numeri parrebbero riallineare perfettamente gli Stati Uniti alla posizione europea, facendo dimenticare il summit in cui Washington e Pechino sembravano aver cancellato dall'agenda politica la conferenza di Copenaghen. Ma in realtà uno...

Leggi tutto...
 
Summit di Copenhagen: verso il fallimento

 Image

Tra un mese a Copenhagen si terrà il Summit sul clima che avrebbe dovuto produrre un accordo tra gli stati per la riduzione delle emissioni di CO2 del 20%. L'ultimo vertice di Barcelona, tenutosi ad ottobre, è l'ultimo dei segnali che mostra l'evidente fallimento delle trattative. Nessun impegno serio da parte di Barack Obama sulla questione delle emissioni, rende impossibile la concretizzazione di un importante passo contro la catastrofe: l'aumento della temperatura di 2 gradi centigradi. L'amministrazione Obama è infatti, impegnata nella realizzazione della riforma della sanità e pertanto non potrà dedicare tempo alla questione cambiamenti climatici. Intanto a Londra il primo ministro Gordon Brown cerca di spronare i grandi sulla questione clima "Abbiamo meno di 50 giorni per decidere che cosa saranno i prossimi 50 anni e oltre". Il Giappone ha cominciato a frenare sul proprio proposito di ridurre le emissioni del 25% rispetto ai livelli in cui erano nel 1990. Se non si raggiunge l'accordo sul clima, allora Tokio ridimensionanerà i programmi di tagli. 

Quali sono le politiche ambientali nel mondo?

Ecco il giudizio di Greenpeace  sui leader presenti al vertice. Oibò! Manca Berlusconi.

Approfondimento su "Copenhagen verso il fallimento" sul TIMES e su Global Warming's blog

 
17 piccoli gesti per cambiare il clima

Image 

Ce la possiamo ancora fare a ridurre le emissioni in maniera da ostacolare i cambiamenti climatici! Siamo ancora in tempo! Perchè allora non approfittare di questo momento di crisi, economica, sociale, ambientale per destabilizzare le vecchie abitudine e sostituirle con altre più leggere che NON CAMBIEREBBERO la qualità della nostra vita se non in senso migliorativo?

APPELLO per TUTTI I BAMBINI: Bambini salvateci da questa ottusaggine! Prendete i vostri genitori e fate i capricci, ma tali capricci che saremo costretti a rassegnarci e pur di non ascoltarvi, proveremo a CAMBIARE qualcosa, a fare delle scelte più sostenibili per il pianeta . Utilizzate tutti i mezzuggi sporchi che avete -musi lunghi, occhi imploranti, piangete, strillate, saltate- e impietositeli: ne va del vostro futuro. Aprite bene le orecchie! Noi lo stiamo riducendo a qualcosa di orrendo. Dovete interenire se non volete trovarvi in un mondo che non avete voluto: senza risorse, inquinato, in perenne lotta per sopravvivere. E' tempo di fare qualcosa.

Per cominciare, ecco i 17 piccoli accorgimenti che secondo quanto riferito sulla rivista dell'Accademia Americana delle Scienze 'PNAS' dovrebbero portare ad una riduzione totale delle emissioni nazionali del 7,4% in 10 anni . Consoliamoci con la notizia ANSA

 
Just saving; due ragazze inglesi contro i cambiamenti climatici

Image 

Due ragazze inglesi incontrate lungo la Via de la Plata, a Casar de Caceres. Noi saliamo a piedi verso Santiago. Loro scendono in sella alle bici, verso il Marocco. Un grande sogno: continuare la missione intrapresa da una loro amica che non ha potuto raggiungere il Sahara e sensibilizzare chiunque incontrino a fare qualcosa per ridurre i cambiamenti climatici.

Per il loro viaggio non chiedono soldi, ma promesse di una vita più leggera -just saving è il loro motto- che duri il tempo del loro viaggio e magari anche oltre! Il 42% delle emissioni di CO2 in Gran Bretagna è dovuto alle scelte di vita personali. Pertanto ciascuno può determinare il loro abbattimento se veramente lo desidera.

Nel sito JUST SAVING potrete anche voi contribuire con la vostra promessa alla riduzione delle emissioni dei gas serra, decidendo di smettere di mangiare carne per un mese, lavando a 30°C oppure semplicemente non prendendo l'automobile per andare a lavoro. Basta risparmiare!

Una grande forza soprattutto un coraggio ostinato le vede sorridenti di fronte alle tante difficoltà del cammino. Da parte nostra auguriamo Buen Camino a Sara e Hermione.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Articoli correlati